Acconto Iva 2010

Quali sono le regole per il calcolo dell'acconto Iva 2010 e qul'è la scadenza?

Entro il 27 dicembre 2010 deve essere versato l’acconto IVA 2010. 

Sono obbligati al versamento dell’acconto IVA, i contribuenti che effettuano:

  • liquidazioni e versamenti mensili;
  • liquidazioni e versamenti trimestrali.
     

Sono esonerati, dal versamento dell’acconto IVA:

  • coloro che hanno iniziato l’attività nel corso del 2010;
  • coloro che hanno cessato o cesseranno l’attività nel corso del 2010, ma in ogni caso anteriormente al 1° dicembre 2010, se contribuenti mensili, o al 1° ottobre 2010 , se contribuenti trimestrali;
  • i contribuenti mensili che, nel mese di dicembre del 2009, hanno evidenziato un credito Iva di cui possono o meno aver richiesto il rimborso;
  • i contribuenti trimestrali se, dalla liquidazione relativa al quarto trimestre del 2009, ovvero dalla dichiarazione relativa al 2009, risultava un credito IVA;
  • coloro che prevedono di chiudere l’ultima liquidazione dell’anno in corso con un’eccedenza detraibile d’imposta;
  • i contribuenti trimestrali “per opzione” che prevedono di evidenziare un credito IVA nella dichiarazione annuale per il 2010;
  • i contribuenti in regime agricolo di esonero ex art. 34 del D.P.R. n.633/1972;
  • i contribuenti che esercitano attività di intrattenimento ex art. 74, comma 6, del D.P.R. n. 633/1972;
  • i contribuenti che, nel periodo d’imposta 2009, hanno usufruito dei regimi agevolativi delle nuove attività produttive delle attività marginali;
  • i contribuenti che, nel periodo d’imposta 2009, hanno usufruito del regime di franchigia (di cui all’art. 32-bis del D.P.R. n. 633/1972);
  • i contribuenti minimi (di cui all’art. 1, commi 96-117, della L. n. 244 del 24 dicembre 2007);
  • i contribuenti che hanno effettuato esclusivamente operazioni esenti o non imponibili ai fini Iva.
     

I metodi alternativi di determinazione dell’acconto 2010, dovuto nella misura dell’88 per cento, sono quelli riportati di seguito:
 

  • Metodo storico - La base di riferimento cui applicare l’aliquota dell’88 per cento è costituita, per i contribuenti mensili, dall’IVA dovuta per il mese di Dicembre 2009, ovvero per i contribuenti trimestrali dall’IVA dovuta per l’ultimo trimestre 2009, escludendo il versamento dell’acconto 2009.
  • Metodo previsionale - La base di riferimento cui applicare l’aliquota dell’88 per cento è rappresentata dall’IVA che si prevede di dover versare per il mese di Dicembre 2010 per i mensili ovvero per l’ultimo trimestre 2010 per i trimestrali. Tale metodo, ovviamente, espone al rischio di sanzioni nel caso in cui l’acconto versato risulti, a consuntivo, inferiore all’88 per cento dell’imposta definitivamente liquidata.
  • Metodo delle operazioni effettuate- In alternativa ai metodi precedenti, l’obbligo relativo all’acconto può essere adempiuto anche mediante il versamento di un importo determinato tenendo conto dell’imposta relativa alle operazioni annotate o che avrebbero dovuto essere annotate nei registri di cui agli artt. 23 e 24 del D.P.R. n. 633/1972 relative al periodo dal 1° al 20 dicembre per i contribuenti mensili ovvero al periodo dal 1° ottobre al 20 dicembre per i contribuenti trimestrali, nonché dell’imposta relativa alle operazioni effettuate nel periodo dal 1° novembre al 20 dicembre, ma non ancora annotate non essendo decorsi i termini di emissione della fatturazione o di registrazione. In diminuzione del suddetto importo può tenersi conto dell’imposta detraibile relativa agli acquisti o importazioni annotati nel registro di cui all’art. 25 del citato D.P.R. n. 633/1972, dal 1° al 20 dicembre, ovvero dal 1° ottobre al 20 dicembre, se contribuenti trimestrali, e, per le operazioni intra-comunitarie, dell’imposta detraibile relativa alle operazioni computate a debito.
    Utilizzando tale ultimo metodo l’importo calcolato va versato nella misura del 100 per cento e non invece nella misura dell’88 per cento come previsto nel caso di applicazione dei metodi storico e previsionale.
     

Versamento minimo

L’acconto non deve essere versato se di ammontare inferiore ad Euro 103,29.
 

Modalità di versamento 

I contribuenti devono utilizzare i moduli F24 indicando seguenti codici:
6013 contribuenti mensili
6035 contribuenti trimestrali 
 

Armando Tranquilli

Data del post: 15/12/2010

 

Hai un quesito da sottoporre agli esperti di Consulentia? Inviacelo qui

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo