Residenza fiscale

Nell’ambito dell’ordinamento tributario italiano, il legislatore distingue, sia ai fini dell’Irpef che dell’Ires, i soggetti in residenti e non residenti, anziché in cittadini e stranieri.
Ai fini dell’Irpef, infatti, sono soggetti passivi i residenti e non residenti nel territorio dello Stato.
Per quanto riguarda l’Ires, si considerano residenti gli enti commerciali e non commerciali, gli enti equiparati, compresi i consorzi, le associazioni non riconosciute, le altre organizzazioni senza personalità giuridica non appartenenti ad altri soggetti passivi se hanno la sede legale, la sede amministrativa  o l’oggetto principale nel territorio dello Stato, per la maggior parte del periodo d’imposta.