Sospensione amministrativa e giudiziale della riscossione

Dilazione del pagamento chiesta all’ufficio finanziario (S. amministrativa) o alla commissione tributaria alla quale è stato presentato il ricorso (S. giudiziale). Per la prima è necessario che il contribuente dimostri di subire gravi danni dal dover effettuare il pagamento prima della sentenza della commissione tributaria. Per la seconda occorre il c. d. fumus boni juris (e cioè una apparente illegittimità dell’addebito) e il pericolo di danno grave in cui può incorrere il contribuente a seguito del pagamento. Il contribuente può richiedere la sospensione distintamente sia alla Commissione che all’Ufficio.