Intermediari: abilitazione massiva per la fatturazione elettronica

Il provvedimento dell’agenzia delle Entrate, ha stabilito che gli intermediari abilitati che hanno presentato per i propri clienti la dichiarazione Iva nel 2018, possono utilizzare la delega massiva per ottenere l’abilitazione ai servizi relativi alla fattura elettronica offerti dall’Agenzia delle Entrate nell’area del proprio sito web «fatture e corrispettivi»; mentre, per la delega individuale on line  bisognerà attendere il 30 novembre 2018.

Da ultimo gli intermediari abilitati che non hanno presentato la dichiarazione Iva nel 2018 possibile l’invio on line con una procedura specifica con invio della delega via pec.

Tutti gli intermediari abilitati avranno l'obbligo di conservare le deleghe, conferite dai clienti, con la predisposizione di un apposito registro cronologico, con indicazione del numero progressivo, della data della delega conferita dei dati di identificazione fiscale del cliente e degli estremi del documento d’identità.

La delega massiva

Gli intermediari devono fare per fornire ai propri clienti un sevizio di fattura elettronica, oltre che per adempiere agli obblighi ad essa connessi è sicuramente ottenere dai propri clienti una delega specifica (diversa da quella prevista per il cassetto fiscale) per operare per loro nell’area riservata alle partite Iva dell’agenzia delle Entrate denominata «fattura e corrispettivi». Vediamo le tappe per ottenere questo primo risultato.

 

ADEMPIMENTI

Rilascio della delega da parte del cliente 
Il cliente deve rilasciare il modulo di delega approvato con provvedimento n. 291241/2018 del 5 novembre 2018 dell’Agenzia delle Entrate, con indicazione della tipologia di servizi delegati e copia del documento di identità del delegante.


Registro cronologico delle deleghe 
I documenti acquisiti devono essere numerati e annotati giornalmente in un apposito registro cronologico.

Nel registro vanno annotati il numero progressivo e la data della delega, il codice fiscale e i dati anagrafici del delegante e gli estremi del documento d’identità del delegante. Naturalmente la predisposizione del registro cronologico implica la conservazione dei singoli moduli e dei relativi documenti d’identità per un controllo successivo da parte dell’agenzia delle Entrate.

 

Dati essenziali per la prova del conferimento 

Per la compilazione delle delega è necessario individuare i dati dichiarativi essenziali da inviare all’Agenzia per dare prova che la delega è stata conferita. In particolare sulla dichiarazione Iva 2018 (campo 1) – VE50 – volume d’affari; (campo 2) – VL32 – Iva a debito; (campo 3) – VL33, colonna 1 – Iva a credito. 

 

Comunicazione telematica all’agenzia delle Entrate 
Nel punto 6.1 del provvedimento n. 291241 l'agenzia chiarisce il contenuto della delega.

La stessa deve essere trasmessa all’Agenzia entro 90 giorni dalla sottoscrizione del modulo da parte del cliente.  La delega massiva è efficace entro 2 giorni dal ricevimento della comunicazione telematica da parte dell’agenzia delle Entrate e, in via automatica, ha durata di 2 anni dalla data di conferimento. 

AT

Data del post: 07/11/2018

 

Condividi

Twitter Facebook Google Plus LinkedIn

Vuoi saperne di più su questo argomento? Contatta qui i nostri esperti

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo