Rottamazione bis

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2018 (D.L. n. 148/2017), è diventato legge. La conversione in legge ha portato la riapertura della definizione agevolata dei ruoli estesa anche alle annualità dal 2000 al 2006, tanto da essere stata appellata come rottamazione bis. Infatti, accanto alla conferma dell’estensione ai ruoli consegnati all’ente concessionario (Agenzia delle Entrate-Riscossione) da gennaio a settembre 2017, c’è stata la riapertura per i ruoli 2000-2016, già oggetto della vecchia rottamazione.

Quindi a questo punto è possibile rottamare i carichi affidati nel 2017, e più precisamente quelli affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.

Occorrerà quindi prestare particolare attenzione ai fini della possibilità o meno di definire un ruolo infatti il termine  “carichi affidati”, sta ad indicare la data in cui l’ente accertatore/debitore ha consegnato il ruolo all’ente concessionario della riscossione. Bisogna fare attenzione quindi perche la data dell’affidamento del ruolo non è la stessa di quella della notifica al contribuente.

Se si è destinatari di un ruolo che è stato affidato dal 1° gennaio al 30 settembre 2017, è possibile inoltrare, entro il 15 maggio 2018, istanza di definizione a Agenzia delle Entrate Riscossione.

Secondo il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 2011/99696 del 30 giugno 2011, l’affidamento formale della riscossione in carico all’agente, anche ai fini dell’esecuzione forzata, si intende effettuato alla data di trasmissione del flusso di carico. Ove il flusso di carico, in assenza di fondato pericolo per il positivo esito della riscossione, sia comunque trasmesso nel periodo intercorrente tra il termine ultimo per il pagamento e il trentesimo giorno successivo, l’affidamento formale della riscossione in carico all’agente, anche ai fini dell’esecuzione forzata, si intende effettuato al trentunesimo giorno successivo alla data ultima per il pagamento.

 

PROCEDURA PER L’ADESIONE

Ricevuta l’istanza, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione provvederà:

- entro il 31 marzo 2018, a inviare il preavviso contenente i carichi affidati nel 2017 dei quali alla data del 30 settembre non è stata notificata la cartella;

- entro il 30 giugno 2018, a comunicare al debitore l’importo complessivamente dovuto nonché quello delle singole rate e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse. Tali importi potranno essere versati (oltre che in unica soluzione entro il 31 luglio) in 5 rate di uguale importo con scadenza luglio, settembre, ottobre, novembre 2018 e febbraio 2019.

 

Contribuenti con vecchie rateazioni

La seconda possibilità riguarda i contribuenti che, alla data del 24 ottobre 2016, avevano in essere vecchie rateazioni e non hanno provveduto a saldare gli importi pendenti entro il 31 dicembre 2016. Ciò era una condizione tassativa per accedere alla vecchia rottamazione dei ruoli 200-2016. Viene, quindi, concessa una nuova opportunità anche a questi contribuenti presentando l’istanza di adesione entro il 15 maggio 2018. In tali ipotesi l’agente della riscossione deve comunicare: - entro il 30 giugno 2018, l’importo delle rate scadute al 31 dicembre 2016 e non pagate; - entro il 30 settembre 2018, l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, nonché quello delle singole rate, e il giorno e il mese di scadenza di ciascuna di esse. Il debitore deve pagare: - in unica soluzione, entro il 31 luglio 2018, l’importo delle rate scadute al 31 dicembre 2016 e non pagate. Il mancato, insufficiente o tardivo versamento comporta l’improcedibilità dell’istanza; - in tre rate di pari ammontare l’importo dovuto per la rottamazione di cui due rate (pari all’80%) con scadenza ottobre e novembre 2018 e la terza rata, pari al 20% entro febbraio 2019.

AT

Data del post: 02/12/2017

 

Condividi

Twitter Facebook Google Plus LinkedIn

Vuoi saperne di più su questo argomento? Contatta qui i nostri esperti

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo