Sanzione mancata comunicazione DPL par-time

L’obbligo di trasmissione dei contratti di lavoro a tempo parziale alle DPL, ora abrogato con il D.L.vo n. 276/03, era stato ritenuto illegittimo dalla Corte di Giustizia Europea (sentenza C-55/07). Di conseguenza si è verificata la illegittimità della legge nazionale (art. 2, D.lgs. 61/2000, che prevedeva l'obbligo del datore di lavoro di dare comunicazione dell'assunzione a tempo parziale alla Direzione provinciale del lavoro competente per territorio mediante invio di copia del contratto entro trenta giorni dalla stipulazione dello stesso) e di tutti gli atti amministrativi emanati durante il periodo di vigenza della norma. Pertanto la Direzione Generale per l'Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro ha proceduto "all'annullamento, con efficacia ex tunc delle ordinanze ingiunzione in attesa di essere emesse, di quelle già emesse e non ancora esecutive, ed infine delle ordinanze ingiunzioni emesse e per le quali è in corso il giudizio di opposizione, tutte evidentemente censurabili per violazione di legge"

 

Professionisti specializzati in questo settore

shadow

Dott. Armando Tranquilli

Roma (RM)
shadow

Studio Dott. Rigoni

pettenasco (NO)
shadow

Paolo Mancinelli

VITERBO (VT)
shadow

ISABELLA PREDELLI

VARESE (VA)
shadow

Dott.ssa Francesca Tranquilli

Fabrica di Roma (VT)

Invia qui il tuo quesito

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo