Notificazioni degli atti ai sensi dell'art. 139 del c.p.c.

LE NOTIFICAZIONI PREVISTE DAL COD. DI PROC. CIVILE
NOTIFICA NELLA RESIDENZA, DIMORA, DOMICILIO (art. 139 c.p.c.)

L'articolo 139 c.p.c. dispone che, quando non sia possibile eseguire la notifica in mani proprie, la stessa è fatta al destinatario nel comune di residenza (dove ha l'abitazione o dimora abituale) o, se ignoto, nel comune di dimora (dove ha la residenza occasionale) e, se anche questo è ignoto, nel comune di domicilio (dove ha la sede principale degli affari o interessi). L'ordine anzidetto (comune di residenza, comune di dimora, comune di domicilio ) ha carattere obbligatorio non è quindi facoltativo od alternativo e pertanto la notifica deve essere fatta innanzitutto nel comune di residenza del destinatario ricercandolo nella casa di abitazione o dove ha l'ufficio o esercita l'industria o il commercio.

Per procedere a questo tipo di notifica il messo deve quindi accertare, anche anagraficamente e con notizie raccolte sul posto, che il destinatario sia residente nel comune. Le risultanza anagrafiche hanno mero valore presuntivo prevalendo la residenza che di fatto risulta come abituale dimora del destinatario.

Quando la residenza è nota il messo deve eseguirla in detto luogo e non è tenuto a ricercare una diversa dimora in cui di fatto il destinatario possa trovarsi al tempo della notificazione.

Nel caso in cui il destinatario non venga trovato in uno dei luoghi anzidetti (casa di abitazione o dove ha l'ufficio o esercita l'industria o il commercio), il messo effettua la notifica consegnando copia dell'atto ad una persona di famiglia od addetto alla casa, all'ufficio od azienda, purché non minore di 14 anni o palesemente incapace.

Si rendono utili al riguardo le precisazioni che seguono:

  • è opportuno recarsi per la notifica prima nella casa di abitazione e poi negli altri luoghi indicati dalla norma anche se detti luoghi sono alternativi;
  • la consegna può avvenire a mani di persona di famiglia o di addetto alla casa, ufficio od azienda;
  • sono da considerare persone di famiglia sia quelle legate al destinatario da vincolo di parentela, affinità o affiliazione sia quelle con lui conviventi. Pur non prevedendo la norma per le persone legate da vincoli di parentela (padre, fratello, figlio, ecc.) il requisito della effettiva convivenza è opportuno, stante al riguardo l'incostanza della giurisprudenza, che l'atto venga consegnato a famigliare convivente;
  • vanno considerati addetti alla casa i domestici ed altri soggetti che vivono abitualmente nella casa del destinatario e prestano la propria opera alle sue dipendenze. Il portiere è ritenuto addetto alla casa se è alle dipendenze del destinatario che in questo caso deve essere necessariamente proprietario della casa in cui abita;
  • per addetto all'ufficio od azienda si intendono i dipendenti occupati nell'ufficio od azienda sempre che l'ufficio od azienda sia gestita (organizzata e diretta) dal destinatario per la trattazione dei propri affari ed interessi;
  • nella relata di notifica in caso di consegna dell'atto a terzi vanno sempre indicati il luogo della consegna e le generalità del consegnatario ed il suo rapporto di parentela, convivenza o subordinazione con il destinatario;
  • la persona a cui si consegna l'atto non deve avere età inferiore ai 14 anni o essere palesemente incapace. Non sussiste al riguardo un obbligo per il messo di svolgere particolari indagini essendo sufficiente che lo stesso accerti sulla base dell'esperienza e dell'apparenza fisica e semplici domande o scambio di parole che il soggetto non abbia età inferiore ai 14 anni o sia infermo di mente od in uno stato, anche momentaneo, di impossibilità di intendere e volere;
  • l'atto da notificare deve essere inserito in busta sigillata secondo le modalità indicate al Capitolo II, paragrafo 7 "Notificazione a persona diversa dal destinatario".

Il messo deve prestare particolare attenzione al luogo ed ai requisiti del soggetto che riceve copia dell'atto in quanto:

  • è da ritenere nulla la notifica effettuata in una pubblica via alla figlia del destinatario poiché luogo diverso dall'abitazione in cui è legittimato tale tipo di notifica;
  • è da ritenete invalida la notifica in mani del fratello del destinatario nella sede dell'azienda se questi non è addetto all'azienda medesima.

In mancanza delle persone sopraindicate - cioè solo nel caso non vengano trovate persone di famiglia od addette alla casa, ufficio o azienda o queste rifiutino di ricevere l'atto o abbiano età inferiore ai 14 anni o siano palesemente incapaci - la notifica può essere  fatta mediante consegna al portiere dello stabile dove è l'abitazione, l'ufficio od azienda e, quando anche il portiere manchi, ad un vicino di casa che accetti di riceverla.

In questo caso il messo oltre ad inserire la copia dell'atto in busta che provvede a sigillare,  (secondo  la Notificazione a persona diversa dal destinatario) è tenuto a dare notizia al destinatario dell'avvenuta notificazione a mezzo lettera raccomandata.

Si sottolinea, poi, che il portiere od il vicino di devono sottoscrivere ricevuta dell'avvenuta consegna  per cui se questi sono analfabeti o si rifiutano di firmare la notifica non potrà essere effettuata.

La norma nulla precisa in merito all'età ed alla capacità di intendere e volere del portiere e del vicino di casa. Al riguardo si esprime l'avviso che non si possa procedere alla consegna a persona minorenne o palesemente incapace.

Infine l'art. 139 c.p.c. contempla il caso del destinatario che vive abitualmente a bordo di una nave mercantile. Ricorrendo tale ipotesi, se non è possibile eseguire la notifica in mani proprie, l'atto può essere consegnato al capitano della nave o a chi ne fa le veci osservando la formalità della busta sigillata come sopra precisato.

 

 

Professionisti specializzati in questo settore

shadow

Dott. Armando Tranquilli

Roma (RM)
shadow

Dott.ssa Francesca Tranquilli

Fabrica di Roma (VT)

Invia qui il tuo quesito

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo