Tassa annuale vidimazione libri sociali 2010

Soggetti obbligati

 

La tassa di concessione governativa è dovuta annualmente in misura forfetaria ed è dovuta a prescindere dal numero di registri tenuti e dalle relative pagine, per la bollatura e la numerazione dei medesimi registri, da tutte le società di capitali, anche se in liquidazione, comprese quelle consortili (sono escluse le società cooperative e le società di mutua assicurazione).

La tassa di concessione governativa Per le società di capitali (le società per azioni , le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata) le società consortili a responsabilità limitata e le aziende speciali e i consorzi fra enti territoriali, a prescindere dal numero di libri e dei registri tenuti e dal numero delle loro pagine, la tassa per la tenuta di tutti i registri deve essere versata in maniera forfetaria ed annualmente nel seguente modo:

 

  • € 309,87 se alla data del 1° gennaio l’ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione non è superiore a € 516.456,90;

 
  • € 516,46 se alla data del 1° gennaio l’ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione è superiore a € 516.456,90.

     

 

Modalità di versamento

Società di capitali di nuova costituzione: devono effettuare il versamento sul c/c postale n. 6007 intestato all’Ufficio del Registro – Tasse di concessioni governative – Roma, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini IVA, su cui vanno riportati gli estremi di versamento.

Per gli anni successivi tali soggetti : devono effettuare il pagamento in misura forfetaria, entro il termine di versamento dell’imposta sul valore aggiunto dovuta per l’anno precedente (di norma il 16 marzo), mediante Mod. F24 in modalità telematica codice tributo 7085.

 

Libri sociali

Attualmente i libri sociali obbligatori (articolo 2421 del codice civile) per i quali è prevista la vidimazione iniziale sono i seguenti:

- libro dei soci;

- libro delle obbligazioni;

- libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;

- libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;

- libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale;

- libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo;

- libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti;

- ogni altro libro o registro per i quali l’obbligo della bollatura è previsto da norme speciali.

Le suindicate scritture, pertanto, vanno numerate e bollate:

 

  • presso il Registro Imprese della Camera di Commercio;
 
  • da un notaio.
 

Invece, gli altri libri contabili previsti dal codice civile (libro giornale e libro degli inventari) e quelli previsti dalle norme fiscali (registri IVA, registro beni ammortizzabili, ecc.) non devono essere vidimati.

 

Per tali scritture contabili, l’unica formalità richiesta per il loro uso è rappresentata dalla numerazione progressiva delle pagine eseguita direttamente dal soggetto obbligato alla tenuta stessa.

 

Tav. 1 - La tassa annuale di concessione governativa

 

 

Soggetti interessati

- Società di capitali: S.p.a. - S.a.p.a.

 

- S.r.l. e Società consortili per azioni o a responsabilità limitata;

 

- Aziende speciali e consorzi fra enti territoriali, costituiti ai sensi della legge n. 142 del 1990 (ora recepito dal D.Lgs. n. 267/2000).

Importi della tassa:

L’importo della tassa forfettaria annuale è di 309.87 € ( o di 516.46 €, qualora il capitale sociale o il fondo di dotazione, al 1° gennaio; è pari o superiore a 516.456.90 €).

Versamento per anno inizio attività

versamento per l’anno di inizio attività: va effettuato utilizzando il bollettino di c/c postale n. 6007 intestato all’Ufficio del Registro di Roma Tasse concessioni governative, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini IVA, su cui vanno riportati gli estremi di versamento.

Versamento per gli anni successivi

Il versamento va effettuato utilizzando il modello F24, esclusivamente in modalità telematica, con il codice tributo “7085 - Tassa annuale vidimazione libri sociali”, e indicando, oltre all’importo, l’anno per il quale versamento viene eseguito, cioè il periodo di riferimento.

Termine di pagamento

Entro il termine per il versamento IVA (entro il 16 marzo 2010).

Sanzioni

Sanzione amministrativa dal 100 al 200% della tassa medesima, con un minimo di Euro 103,29 (art. 13 d.lgs n. 472/1997 e art. 8, comma 1, lett. a) d.lgs. 473/1997.

Ravvedimento operoso

Si paga con modello F23 Causale SZ, codice tributo 678T:

 

- Entro trenta giorni dalla scadenza: interessi legali del 3%, sanzione pari a 1/12 dell'imposta (Euro 309.87 x 1/12 = Euro 25,82)

 

- Dopo i trenta giorni dalla scadenza, ed entro un anno: interessi legali del 3%, sanzione pari a 1/10 dell'imposta (Euro 309,87 x 1/5 = Euro 30,99). (sanzioni aggiornate con manovra anticrisi (art. 16 DL 185/08 in vigore dal 29.11.2008)
   

 

Altri soggetti obbligati al versamento della tassa annuale Secondo le istruzioni ministeriali, dettate con la CM n. 108/E, del 3 maggio 1996, rientrano tra i soggetti obbligati al versamento anche:

 

  • le società in liquidazione ordinaria;

 
  • le società sottoposte a procedure concorsuali, ovviamente fino a quando permane l'obbligo della tenuta dei libri sociali previsti dal Codice Civile.

 

 

 

Professionisti specializzati in questo settore

shadow

Studio Dott. Rigoni

pettenasco (NO)
shadow

Dott.ssa Francesca Tranquilli

Fabrica di Roma (VT)

Invia qui il tuo quesito

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo