Totalizzazione dei periodi assicurativi di lavoro prestato in Francia

Quesito

Come richiedere la totalizzazione dei periodi assicurativi di lavoro prestato in Francia come assistente di lingua italiana?

 

Risposta

I soggetti che hanno maturato periodi contributivi in diversi stati dell’Unione Europea, possono usufruire dell’istituto della Totalizzazione dei periodi contributivi al fine di raggiungere i requisiti di pensionamento nel paese ove risiedono. Esistono infatti Regolamenti comunitari che consentono ai lavoratori di ritenere validi ai fini pensionistici i contributi versati in qualsiasi stato dell’Unione, e dei trattati convenzionali con alcuni paesi extra-comunitari che riconoscono valore ai contributi cumulati dai lavoratori italiani, nei propri paesi.

Non è specificato il numero di anni di contribuzione versati all’estero, ne in Italia che si intende riconciliare, ad ogni modo, si ricorre alla totalizzazione se l’assicurato non raggiunge il  livello minimo di anni di contribuzione in nessuno dei due paesi in cui ha prestato lavoro (il numero minimo di anni di contribuzione per l’INPS è di 20 anni). In questo caso i due istituti liquidano al soggetto contribuente la parte in proporzione spettante. 

 

La domanda va presentata nella località dove si risiede, ed è valida, a tutti gli effetti, anche per gli altri Stati in cui l’interessato ha lavorato. E’ l’ente di previdenza (ad esempio l’Inps) che, su istanza del contribuente provvede di sua iniziativa a contattare il suo omologo del paese in cui sono stati maturati i contributi e ad ottenerne la liquidazione in forma di rendita.

 

 

 

Invia qui il tuo quesito

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del del D.Lg 196/03 *
Copia qui il codice di controllo