Consulentia - Compensi all'amministratore, deducibilita' fiscale - News su tributi e tasse, contabilità, fiscalità

News

Compensi all'amministratore, deducibilita' fiscale

Compensi all'amministratore, deducibilita' fiscale

La Corte di Cassazione con la sentenza del 13 agosto 2010 n. 18702,  offre un’interpretazione dell’art. 62 del c.d. “vecchio” TUIR (in vigore cioè fino al 31 dicembre 2003) in relazione alla deducibilità dei compensi erogati all’Amministratore Unico o al Consiglio di Amministrazione da parte delle società di capitali.

Secondo la Corte, il combinato disposto dei commi 2 e 3 dell’articolo citato “esclude l’ammissibilità di deduzioni a titolo di compenso per il lavoro prestato o l’opera svolta dall’imprenditore, limitando la deducibilità delle spese per prestazioni di lavoro a quelle sostenute per lavoro dipendente e per compensi spettanti agli amministratori di società di persone” e, allo stesso tempo, “non consente di dedurre dall’imponibile il compenso per il lavoro prestato e l’opera svolta dall’amministratore di società di capitali. ...  il compenso per il lavoro prestato e l’opera svolta dall’amministratore di società di capitali è infatti equiparabile, sotto il profilo giuridico, a quella dell’imprenditore individuale, non essendo individuabile, in relazione alla sua attività gestoria, la formazione di una volontà imprenditoriale distinta da quella della società, e non ricorrendo quindi l’assoggettamento all’altrui potere direttivo, di controllo e disciplinare, che costituisce il requisito tipico della subordinazione”.

Tale impostazione, è riferita e quindi applicabile al disposto del “vecchio” art. 62 del TUIR. Infatti, l’attuale impianto normativo si mostra molto più chiaro sul tema, prevedendo un’apposita disposizione all’art. 95 comma 5 del TUIR che ammette esplicitamente la deducibilità dei compensi erogati agli amministratori dei soggetti IRES, ponendo quale unica condizione la “deducibilità per cassa” dei medesimi.

La posizione assunta dalla Suprema Corte suscita forti perplessità per una serie di motivi.

In primo luogo, occorre segnalare che secondo la dottrina è sempre stato pacifico che l’art. 62 comma 3 del “vecchio” TUIR, anche se riferito alla deducibilità dei compensi spettanti agli amministratori della società in nome collettivo e in accomandita semplice, potesse essere riferito anche ai soggetti IRPEG. Ciò in dipendenza del richiamo operato dall’art. 95 comma 1 del “vecchio” TUIR che consentiva di applicare la disciplina relativa alla determinazione del reddito d’impresa delle società di persone anche alle società di capitali.

Si segnala, poi, che con la ris. n. 158 del 27 maggio 2002, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che l’art. 62 comma 2 citato, riguardante l’indeducibilità dei compensi per il lavoro prestato dall’imprenditore, si rivolge “al solo imprenditore individuale/persona fisica e non anche all’impresa esercitata in forma collettiva”. La tesi dell’Agenzia delle Entrate, quindi, sembra presentarsi opposta a quella sostenuta dalla Corte di Cassazione. L’Amministrazione evidenzia, infatti, richiamando la precedente RM 26 giugno 1979, prot. 876, che il principio è tanto più evidente “nel caso di una società di capitali che, essendo soggetto giuridicamente e tributariamente autonomo rispetto ai soci che vantano quote di partecipazione al suo capitale sociale, si trova nella condizione oggettiva di soggetto-terzo che, come tale, può richiedere prestazioni tecnico-professionali ai propri soci”.
 A.T.

01-09-10

Tags: Consulenza tributaria e fiscale on line -

Questo articolo è stato commentato 0 volte

Vuoi aggiungere anche tu un commento? Clicca qui
Cerca nel sito:

  » L'esperto risponde
Contabilizzazione Associazione in Partecipazione

Vorrei sapere come contabilizzare l'apporto di capitale in un contratto di associazione in partecipazione, con apporto di solo capitale. Grazie ...
» Leggi la risposta

Tags: Consulenza contabile ed amministrativa on line

 » Ultime news
25-07-14
Iva in Editoria: l'Agenzia delle Entrate chiarisce
L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 23, pubblicata  il 24 luglio 2014, ha affron...
» Continua

25-07-14
770 2014: proroga in vista per l'invio telematico
Nel corso del question time in Commissione Finanze presso la Camera, circa una proroga del termine p...
» Continua

22-07-14
Interessi di mora: tasso dal 1 luglio 2014 all'8,15%
Il Ministero dell'Economia e Finanze, con comunicato del 21 luglio 2014 ha modificato il&n...
» Continua


 » Editoriale
L'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014 della Corte dei Conti

“L’anno giudiziario 2014 si apre in un contesto economico ancora difficile… e con tendenze contraddittorie.Sul fronte internazionale … la ... » Leggi tutto

Tags: Pubblica amministrazione ed Enti Locali


Consulentia S.r.l. - P.IVA e C.F. 01743600569 - Uffici a Roma e Viterbo - Realizzazione sito TiberWeb.com